Diablo 3 – un capolavoro di Blizzard

Immagine: Nintendo

L’industria dei giochi assomiglia allo sport in molti modi: i team di sviluppo competono in base alla dimensione del pubblico dei giochi che producono, gli editori sono arbitri e allenatori allo stesso tempo. I bookmaker qui funzionerebbero come miniere d’oro, perché non si sa mai esattamente quale progetto sarà in cima e quale in fondo.

Quindi, al momento dell’uscita di Diablo 3, i bookmaker avrebbero chiuso, semplicemente perché tutti sanno benissimo che il gioco sarà un successo con i punteggi più alti negli ascolti.

Dopo 16 anni, Blizzard è riuscita a bissare il suo successo, il nuovo gioco è stato in grado di costringere migliaia di fan del gioco a chiudersi in casa e, senza pause per mangiare e riposare, “chiamando” gli spiriti maligni.

La trama del gioco è una continuazione di Diablo 2, secondo il quale ci sarà un incontro con l’arcangelo Tyrael, che si offre di uccidere finalmente l’irrequieto Diavolo.

Meccaniche di gioco

La meccanica del gioco è rimasta invariata: distruggiamo ancora i nemici che si arrampicano da tutte le fessure della folla, pompiamo l’eroe al limite, raccogliamo instancabilmente bottino e ogni pochi minuti ci precipitiamo in città dove puoi vendere spazzatura inutile e acquistare il attrezzatura necessaria, utilizzare i servizi di un fabbro o gioielliere, puoi semplicemente prenderti una pausa dalle prodezze d’armi.

Tuttavia, nello spirito, Diablo 3 è seriamente diverso dal suo predecessore. Diablo 2 è un gioco di ruolo gotico che non ha seguito il giocatore con suggerimenti e li ha accontentati. Ora nel gioco puoi aprire un portale per la città in modo completamente gratuito e identificare un oggetto, l’attrezzatura praticamente non si consuma e non si rompe, la funzione di viaggio veloce è sempre attiva, ecc.

Diablo 3 – un capolavoro di Blizzard

Immagine: Blizzard

Ora non devi più risolvere problemi urgenti, come dove mettere le bottiglie blu di “manna”, semplicemente non sono nel gioco.

Ogni classe – barbaro, stregone, stregone, monaco e cacciatore di demoni – ha il suo tipo speciale di energia. Come ora è di moda, questa energia viene ripristinata da sola, mentre il giocatore falcia i ranghi dei nemici.

Ovviamente, molto è cambiato nei 12 anni trascorsi dal rilascio della parte precedente, gli sviluppatori non potevano ignorare la moda: è diventato “piacevole e conveniente” giocare. E questo è giustificato, perché siamo abituati al conforto, non c’è voglia di pasticciare con attrezzature, mescolare pergamene e bottiglie di pozioni per molto tempo.

Diablo 3 personaggi

Il sistema di sviluppo del personaggio provoca le maggiori lamentele da parte dei giocatori: la maggior parte funziona senza alcun intervento da parte tua, tutti i parametri del personaggio aumentano indipendentemente e l’accesso alle abilità compare a turno ad ogni livello. Anche una storia con rune che aggiungono vari effetti e abilità. La scelta di insegnare o di non insegnare non vale affatto la pena. L’idea è che il giocatore mischia abilità e abilità per adattare il personaggio a una determinata situazione, ad esempio per enfatizzare la velocità o la capacità di accecare il nemico. Ma questo non è quasi necessario. Il gioco sembra troppo semplice e ti chiedi involontariamente: le parti precedenti erano così?

Decorare oggetti con gioielli sembra una perdita di tempo. Da una fase all’altra il gioco diventa più difficile, ma fino alla fine si gioca da solo. E sembra fantastico, puoi dedicarti completamente a ripulire il mondo di gioco dai mostri, senza essere distratto da numeri e indicatori. Ma a volte diventa semplicemente ridicolo: uno dei cattivi principali, la strega Magda, ci spaventa per metà del gioco e poi muore completamente in modo non eroico, in solo mezzo minuto.

Anche l’equilibrio dei personaggi non è l’ideale, il barbaro e il monaco sono molto più fighi dei loro colleghi nell’arte di distruggere il Male. Ci auguriamo che questo squilibrio venga corretto dagli sviluppatori. Un fatto interessante: nonostante l’enorme numero di innovazioni, in molti dettagli insignificanti e poco evidenti, il gioco è rimasto antiquato. Raccogliere oggetti semplicemente passandoci sopra, poiché funziona con l’oro, è impossibile. È anche impossibile costringere l’eroe a colpire automaticamente il nemico selezionato per attivare le abilità nel frattempo. Come nelle parti precedenti, devi chiamare i nemici alla morte di quest’ultimo. Non funzionerà per cancellare le tue dita nel sangue, ma con il dovuto zelo puoi rafforzare i muscoli. Ovviamente, Diablo 3 è destinato al passaggio ripetuto, come hanno avvertito gli sviluppatori, dicono, il livello di difficoltà normale è introduttivo, e le difficoltà inizieranno da quelle più alte.

Diablo 3 – un capolavoro di Blizzard

Immagine: Blizzard

Non importa quello che dicono su Diablo 3, il desiderio di affrontarlo almeno una volta non si indebolisce e non c’è forza per resistergli. Il gioco è pieno di magia: vuoi solo mettere fuori combattimento oggetti rari dal nemico e affrontare il prossimo boss che ti farà sudare seriamente. Infine, voglio godermi il meraviglioso mondo di gioco disegnato. E tutta questa bellezza è ora disponibile per il giocatore, puoi interagire con essa: abbattere i lampadari, rompere gli armadietti, cercare nascondigli nel pavimento. Mi piacerebbe seguire lo sviluppo della trama, in essa, davanti ai tuoi occhi, gli episodi si svolgono con dialoghi meravigliosamente doppiati, incontri casuali e vari colpi di scena drammatici.

L’essenza del gioco

L’essenza del gioco è semplice come l’intero gameplay, ma gli sceneggiatori sono riusciti a presentarlo ai massimi livelli.

A volte il gioco soddisfa con compiti per singole classi di personaggi e missioni inaspettate. Al posto dei mercenari – comparivano compagni silenziosi e non carismatici a tutti gli effetti – ognuno di loro vanta la propria storia, che viene rivelata man mano che avanzi nel gioco in dialoghi completamente unici per ogni classe di personaggi. Ebbene, per gli intenditori del passaggio della storia al massimo livello di difficoltà in una compagnia sincera, Diablo 3 sembra proprio un paradiso. Il fatto è che con una complessità così elevata del gioco e in un gioco cooperativo, devi pensare seriamente alla scelta dell’equipaggiamento e delle abilità.

Tutti i progetti Blizzard sono ricoperti da un numero incredibile di fan pronti a trovare da ridire su qualsiasi piccola cosa. E non si tratta di insoddisfazione per i server non funzionanti. Il gioco ha subito enormi cambiamenti e non tutti sono pronti a sopportarlo. Diablo 3 esteriormente è diventato più moderno, dinamico e confortevole. E di certo nessuno rimarrà indifferente alla vista di un design di gioco così bello, di una modalità cooperativa meravigliosamente implementata e della possibilità di giocare a vari livelli di difficoltà.

Diablo 3 è il capolavoro di Blizzard, perfezionato da così tanto tempo.